Come fare il liquore allo zenzero

È noto che lo zenzero ha tante proprietà curative e il suo consumo è salutare per il nostro organismo. Oltre che ad assumerlo in decotti e infusi, ideali per curare i malanni del raffreddore, possiamo usarlo anche come digestivo, dopo pranzi o cene sostanziose. Prepariamo così un delizioso liquore a base di zenzero, da offrire ai nostri commensali o da regalare. Sarà un prodotto davvero originale, dal sapore deciso e leggermente piccante dello zenzero, estremamente rinfrescante e per il palato e che vi farà meritare i complimenti di chi lo sorseggerà.
Vediamo insieme come fare il liquore allo zenzero!

Difficolta’: Normale

Necessario

  • 1 litro e mezzo di acqua naturale in bottiglia
  • 1 litro di alcool alimentare puro
  • 1 kg di zucchero semolato
  • 3 radici medie di zenzero (fresche o essiccate)
  • Bottiglia grande in vetro
  • Colino

Acquistiamo le radici di zenzero. Nel caso scegliamo lo zenzero fresco, accertiamoci che sia perfettamente integro.

Laviamo quindi lo zenzero in acqua corrente e procediamo a tagliarlo a strisce lunghe e sottili, che possano passare attraverso il collo della bottiglia.

In una bottiglia di vetro capiente, pulita e senza odori, introduciamo le fettine di zenzero tagliate.

Introduciamo il resto degli ingredienti, ovvero l’acqua, l’alcool e lo zucchero.

Chiudiamo dunque in modo ermetico la bottiglia con un tappo e poi rivestiamo il tappo stesso con la pellicola trasparente, per isolare ulteriormente il contenuto della bottiglia.

Riponiamo quindi la bottiglia con lo zenzero in un luogo fresco e asciutto. Lasciamo macerare per due mesi.

Ogni tanto, nel corso dei due mesi rigiriamo e scuotiamo bene la bottiglia. In questo modo garantiremo un processo di macerazione omogeneo al liquore allo zenzero.

Alla fine dei due mesi di macerazione, il liquido sarà diventato giallo. Procediamo quindi a filtrare il liquido con l’aiuto di un colino, per eliminare residui di zenzero.

Imbottigliamo e serviamo come liquore digestivo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*