Come fare a cucinare il coniglio alla birra

Come fare a cucinare il coniglio alla birra

La carne del coniglio, così magra e saporita, viene arricchita in questa ricetta dal gusto deciso della birra, ma non una birra qualunque, in quanto per un’ottima riuscita del piatto è necessario usare una birra doppio malto, più intensa e decisa rispetto a una normale birra chiara.
La ricetta è di facile esecuzione e non richiede tempi di preparazione eccessivi, appena un’oretta e lo potrete preparare in netto anticipo e poi riscaldarlo al momento di servirlo a tavola. Con pochi ed economici ingredienti otterrete un piatto gustoso: la carne del coniglio, cotta nella birra, diventerà molto morbida e dal particolare colore ambrato, dato appunto dall’uso della birra in cottura.

Vediamo insieme come procedere…

Difficolta’: Normale

Necessario

  • Per 4 persone:
  • 800 gr di coniglio a pezzi
  • 150 ml di birra doppio malto
  • Succo di mezzo limone
  • 5 gr di rosmarino
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio e.v.o.
  • Sale q.b.
  • Padella antiaderente

In una padella antiaderente mettiamo un filo d’olio e adagiamo i pezzi di coniglio. Aggiungiamo il sale.

Cuociamo a fuoco lento girando da una parte e dall’altra, facendo attenzione e non far bruciare la carne. Quando ci sembra cotta, alziamo la fiamma sotto la padella e versiamo al suo interno la birra. Facciamola sfumare.

Quindi copriamo la padella con un coperchio.

Dopo una decina di minuti, aggiungiamo il rosmarino e uno spicchio d’aglio tritato. Mescoliamo il tutto, rigirando i pezzi di coniglio perché la cottura con la birra sia omogenea. Facciamo cuocere finché la birra non è evaporata tutta.

A fine cottura spegniamo il fuoco. Facciamo raffreddare.

Nel frattempo spremiamo il succo di mezzo limone, naturalmente biologico, stando attenti a eliminare i semi.

Irroriamo il coniglio con il succo di limone e mescoliamo il coniglio. Riaccendiamo il fuoco per altri cinque minuti e rigiriamo i pezzi. Il limone così si distribuirà nel coniglio.

Serviamo sia caldo che freddo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*