Come fare il torrone gelato

come fare il torrone gelato

Avete mai sentito parlare del torrone gelato e, in particolar modo, del torrone gelato di Reggio Calabria? Si tratta di una ricetta tipica di Reggio Calabria, e in corso di crescente diffusione in tutta Italia. Ma quali sono le caratteristiche di questa prelibata ricetta? E quali sono le differenze con i tradizionali torroni?

 

Torrone gelato di Reggio Calabria

 

La prima cosa che dovete tenere a mente quando si parla di Torrone gelato di Reggio Calabria, è che non bisogna affatto confonderlo con il tradizionale torrone natalizio che, probabilmente, conoscete meglio. Il Torrone gelato è infatti un torrone morbido, arricchito con alcune essenze di agrumi (come il limone o il mandarino) e con del cioccolato fondente che rende questo prodotto alimentare una vera e propria prelibatezza.

 

Come preparare il Torrone gelato

 

Per preparare il Torrone gelato, procuratevi delle essenze aromatiche, 300 grammi di mandorle sgusciate, 250 grammi di zucchero a velo, 2 mandarini, 500 grammi di frutta candida, una tavoletta di cioccolato fondente, 150 grammi di acqua naturale e 1 cucchiaio di glucosio.

 

Predisposti gli ingredienti utili per poter realizzare il Torrone gelato, iniziate la preparazione di questo alimento tagliando a pezzetti le mandorle e i canditi. Poi, prendete un tegame sufficientemente ampio da poter portare in ebollizione acqua, zucchero e glucosio, aggiungendo poi le essenze aromatiche. Quando il liquido sarà sufficientemente filante spegnete il fuoco e versate il composto su un ripiano.

 

A questo punto inizia la fase più “difficile”, poichè dovrete lavorare adeguatamente il filante con un coltello: una vera e propria opera da maestri, poichè quel che dovreste fare sarà girare il filo fino a farlo diventare solido (ve ne rendere conto poichè assumerà un colore tendenze al bianco). Aggiungete poi canditi e mandorle, che avete avuto modo di trattare all’inizio di questa ricetta, e continuate a lavorare fino a ottenere una pasta del tutto omogenea.

 

Lavorate dunque il composto aggiungendo poco per volta il succo dei mandarini: scegliete inoltre di far assumere al composto la forma che desiderate, in alternativa tra quella di un classico torrone o quella di un tronchetto. Staccate l’impasto e mettetelo sulla carta forno, dove riposerà per circa 20-24 ore.

 

Ci siete quasi! In questa ultima fase della lavorazione non dovrete far altro che sciogliere bagnomaria i quadretti di cioccolato fondente e ricoprire con esso il torrone. A questo punto potete anche scegliere di arricchire di dettagli la vostra realizzazione: se per esempio avete scelto di dare al composto la forma di un tronchetto, con l’aiuto di una forchetta o di uno spiedino potete ricreare le linee di una corteccia.

 

Superato anche questo step, arriva l’ultimissima parte… probabilmente la più gustosa! Non dovrete far altro che servire la vostra prelibatezza e condividerlo con le persone care. E voi che ne pensate? Vi piace questa ricetta? Siete riusciti a ricrearla a casa vostra, seguendo le istruzioni sopra riportate? Fateci sapere che ne pensate!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*