Liquidi per e-cig sicuri per la salute: cosa propone il mercato?

Considerando l’enorme successo registrato negli ultimi anni dalle sigarette elettroniche, è importante sapere che esistono diverse tipologie di liquidi. Nonostante in linea generale presentino la medesima composizione, il mercato è davvero ricco di proposte adatte a tutti i gusti ed esigenze

 

Naturalmente, il consiglio principale è quello di acquistare solo prodotti di qualità, rispettanti le normative imposte per la tutela dei consumatori stessi. Al giorno d’oggi molti acquirenti hanno capito che online è possibile trovare qualità e sicurezza in merito ai liquidi da svapo.

 

Ad esempio, su Terpy, i migliori liquidi per sigaretta elettronica sono a portata di “click”: una volta scelto quello preferito, arriverà a casa propria in sole 24/48H dall’ordine. Ma ora, andiamo a parlare proprio di liquidi scendendo nel merito delle loro caratteristiche per risolvere una diatriba sempre crescente: la sigaretta elettronica fa male? Il problema non è la sigaretta, semmai i liquidi.

 

Liquidi per sigaretta elettronica sicuri: quali ingredienti ci sono?

La prima tipologia di liquidi da poter prendere in considerazione nel caso si fosse delle new entry nel mondo dello svapo, è quella dei liquidi premiscelati.

 

Come è facilmente intuibile, si acquisterà un flacone già dosato, contenente: la base, l’aroma e la nicotina se richiesta, dalle percentuali variabili. Di norma, la misura standard è di 10 ml. Inoltre, il flacone sarà dotato di un contagocce per rendere il tutto ancora più rapido e semplice.

 

In questo caso, basterà semplicemente versare il contenuto nella cartuccia della sigaretta elettronica. Una volta riscaldato tramite la resistenza, si potrà svapare senza preoccuparsi di nulla.

Così come per ogni tipo di liquido, la composizione (seppur modificabile), di solito è così distribuita:

 

  • Glicole propilenico: 50%;
  • Glicerina vegetale: 50%;
  • Acqua: 10%;
  • Aromi;
  • Nicotina (se si preferisce)

 

Il primo composto serve a veicolare sia l’aroma che la nicotina, evitando secchezza delle fauci nei fumatori. La glicerina, al contempo, è altrettanto importante per fornire minore e/o maggiore densità al vapore. Di solito, vengono inseriti con un rapporto 50:50.

 

La presenza dell’acqua demineralizzata non deve suscitare dubbi: è importante per smorzare eventuali aromi troppo decisi, ma anche per tenere costante la temperatura del proprio dispositivo, in modo che non si surriscaldi eccessivamente e produca effetti negativi sui consumatori.

 

Liquidi per sigaretta elettronica con aromi scomposti

Per coloro che hanno già una certa esperienza, i liquidi fai da te consentono di personalizzare la propria esperienza di svapo.

Più precisamente, ci stiamo riferendo a liquidi con aromi scomposti. Ciò significa che si acquisterà la base neutra, realizzata con le medesime sostanze sopracitate. Naturalmente, si deciderà in maniera autonoma se acquistare flaconi contenenti nicotina o meno. Separatamente, si potranno aggiungere degli aromi: da quelli tabaccosi che richiamano il tradizionale sapore di una sigaretta, a quelli fruttati e dalle note dolciastre.

 

Le informazioni riguardo i dosaggi e le quantità da inserire degli aromi, normalmente, vengono esplicitate sul flacone. Dunque, per chi non ha mai provato a miscelare aromi e base da solo non c’è da preoccuparsi: basterà seguire le indicazioni.

 

I liquidi per le sigarette elettroniche sono pericolosi?

Per quanto le sigarette elettroniche si siano imposte come delle interessanti sostituite alle tradizionali sigarette, la questione legata alla salute è ancora aperta. In effetti, attualmente non è ancora possibile affermare la totale innocuità dei liquidi delle sigarette elettroniche.

 

Il motivo è principalmente legato alla varietà di aromi presenti: bisognerebbe analizzare uno per volta per conoscerne la composizione e valutarne gli eventuali danni. Nonostante questo, è stato dimostrato da numerose ricerche che la sigaretta elettronica limita concretamente i danni provocati dall’assunzione di tabacco. Un interessante caso studio inglese condotto sui teenager, mostra il chiaro parere degli esperti: sebbene si scelga di inserire nicotina nei liquidi, questa verrà assunta in maniera minore rispetto all’uso comune.

 

Inoltre, i danni alla salute si dimezzano perché, prima di tutto, viene a mancare la combustione. Tale processo, tipico di sigarette commerciali, pipe e sigari, brucia un quantitativo preoccupante di sostanze, non solo tossiche, ma anche cancerogene. Al contrario, nelle e-cig, il processo di vaporizzazione non include la presenza di sostanze del genere, riducendo rischi legati alla salute polmonare.

 

Il caso studio pone l’attenzione sul fatto che si potrebbe utilizzare la sigaretta elettronica a proprio vantaggio: considerando i minori impatti negativi sulla salute, potrebbe essere lo strumento giusto per smettere di fumare.

 

Quali sono i vantaggi della sigaretta elettronica?

Prendersi cura di se stessi è la cosa più importante. Tuttavia, sappiamo bene che smettere di fumare è una delle cose più difficili da fare, soprattutto se si teme l’astinenza da tabacco, provocata dalla sostanza psicoattiva che, appunto, è la nicotina.

 

Il primo vantaggio della sigaretta elettronica, però, è stato già menzionato: non è dannosa quanto la sigaretta tradizionale, consentendoci di tornare a fare sport senza sentirci affaticati e stremati dopo poco. Inoltre, lo svapo rilasciato nell’aria non dura a lungo: sembra così risolversi anche il problema del fumo passivo, la cui pericolosità non deve essere sottovalutata.

 

Per quanto smettere di fumare, molte persone intraprendono un percorso graduale, naturalmente rispettando i propri tempi: la possibilità di scegliere le dosi di nicotina da inserire nel liquido, consente una maggiore gestione delle percentuali assunte, nonché un passaggio sicuramente meno traumatico.

 

Per chiunque fosse realmente intenzionato a chiudere con l’abitudine del fumo, coloro che ci sono già passati consigliano di cercare gli aromi che più appaiono soddisfacenti. In questo modo non si rinuncerà alla piacevole sensazione di fumare, ma non si esporrà nemmeno la propria salute psicofisica a tutti i danni che, invece, provoca il tabacco quotidianamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.